Vivere la vita



Vivere la vita è una cosa veramente grossa
C’è tutto il mondo tra la culla e la fossa
Sei partito da un piccolo porto
Dove la sete era tanta e il fiasco era corto
E adesso vivi...
Perché non avrai niente di meglio da fare finchè non sarai morto
La vita è la più grande ubriacatura
Mentre stai bevendo intorno a te tutto gira
E incontri un sacco di gente
Ma quando passerà non ti ricorderai più niente
Ma non avere paura, qualcun' altro si ricorderà di te
Ma la questione è... Perché???
Perché ha qualcosa che gli hai regalato
Oppure avevi un debito e non l’hai pagato???
Non c’è cosa peggiore del talento sprecato
Non c’è cosa più triste di una padre che non ha amato...
Vivere la vita è come fare un grosso girotondo
C’è il momento di stare su e quello di cadere giù nel fondo
E allora avrai paura
Perché a quella notte non eri pronto
Al mattino ti rialzerai sulle tue gambe
E sarai l’uomo più forte del mondo
Lei si truccava forte per nascondere un dolore
Lui si infilava le dita in gola ...
per vedere se veramente aveva un cuore
Poi quello che non aveva fatto la società l’ha fatto l’amore...
Guardali adesso come camminano leggeri senza un cognome ...
Puoi cambiare camicia se ne hai voglia
E se hai fiducia puoi cambiare scarpe
Se hai scarpe nuove puoi cambiare strada
E cambiando strada puoi cambiare idee
E con le idee puoi cambiare il mondo
Ma il mondo non cambia spesso
Allora la tua vera Rivoluzione sarà cambiare te stesso
Eccoti sulla tua barchetta di giornale che sfidi le onde della radiotelevisione
Eccoti lungo la statale ... che dai un bel pugno a uno sfruttatore
Eccoti nel tuo monolocale ... che scrivi una canzone
Eccoti in guerra nel deserto che stai per disertare
E ora ... eccoti sul letto che non ti vuoi più alzare
E ti lamenti dei Governi e della crisi generale ...
Posso dirti una cosa da bambino???
Esci di casa! Sorridi!!
Respira forte! Sei vivo! ...cretino ...

-- --
Alessandro Mannarino – testo e musica
Alessandro Chimienti – chitarra classica
Mauro Menegazzi tastiere, elettronica, fisarmonica e fischio
Nicolò Pagani – contrabbasso
Daniele Leucci – percussioni
Ruben Aprea – voce
Produzione artistica: Alessandro Mannarino
Produzione esecutiva: Alberto Quartana (Leave Music)

Registrato allo studio FM records di Roma
Mixato da Emanuele Donnini

Post popolari in questo blog

appello per il sentiero dei Cannoni

io voto NO