30 giugno 2013, Cialaroccia, Rifugio Barfè

Due passi in Val Pellice verso il rifugio Barfè sino a Cialaroccia una frazione disabitata e quasi completamente rovinata (500 m. di dislivello).
Cialaroccia (e prima sulla sinistra il rifugio Barfè, 1.220 m.) si raggiunge da Torre Pellice, proseguendo in automobile lungo la strada del fondovalle di Angrogna (indicazioni per Prà del Torno) per circa 6.5 Km fino a giungere in località Ponte Barfè; lasciata l'automobile si attraversa a sinistra il torrente e si imbocca una strada privata e successivamente un sentiero GTA che porta sino al Rifugio Barfè, che è un'azienda agrituristica.
Raggiunto il Barfè, che lasciamo sulla sinistra, il sentiero GTA continua sulla destra e salendo in modo costante raggiunge la borgata Cialaroccia; sopra la borgata il sentiero continua e dopo avere attraversato due e più valloni raggiunge il rifugio Sap, dal quale si può scendere a Prà del Torno.
Il posto è molto bello e non impegnativo, in questo periodo il sottobosto è pieno di felci, le piante di Maggiociondolo sono fiorite e anche il Sambuco è al massimo.
le foto


















Commenti

Post popolari in questo blog

appello per il sentiero dei Cannoni

io voto NO