Post

Neive, Treiso, Canta, Rocche dei Sette Fratelli

Immagine
Neive, Treiso, Canta, Rocche dei Sette Fratelli, territorio delle Langhe, una camminata di 21,3 km
posti bellissimi e si capisce che cosa produce il duro lavoro della terra
il percorso con OruxMapsle foto


Simone Moro, sistemi di comunicazione al Pik Pobeda

Immagine
Sto seguendo la spedizione di Simone Moro per scalare il Pik Pobeda di soli 3.003 metri, ma in Siberia al Circolo Polare Artico, in pieno inverno (la salita è prevista per il mese di febbraio) con temperature che al villaggio di Ojmjakon, ai piedi della vetta (abitato da pochi allevatori di renne) toccano e superano normalmente i -70°.
Con lui ci sono Tamara Lunger, alpinista, Matteo Zanga, fotografo, Oleg Saifulin, alpinista russo che ha già scalato il Pik Pobeda d'estate e Filippo Valoti Alebardi, reporter italo russo.
Matteo Zanga è anche un radioamatore, il suo nominativo è IU2GED.
Mi interessano in modo particolare il funzionamento dei sistemi di comunicazioni a quelle temperature. Per il posizionamento satellitare hanno in uso il Garmin InReach GPS bidirezionale e per le comunicazioni il telefono satellitare Iridium Extreme 9575 PTT che oltre ad avere un canale voce per la telefonia e messaggistica è anche in grado di diventare una radio satellitare, per comunicare con i com…

Comba dei Traversi, ponte sospeso, ecco perchè tiene

Comba dei Traversi, ponte sospeso

Crò (dal) a Dubbione di Pinasca

Immagine
Colle del Crò, oltre le Case Moschetto 1248 metri si prosegue tenendo la sinistra, Carla di quà 1129 metri, Carla di là 1125 metri, Grangetta 1097 metri, Traversi 1017 metri, Comba dei Traversi si scende, Serremoretto 1045 metri, Rocceria 1004 metri (ristorante La Peppa), si scende, passaggio nella Falesia del Visch, si risale Cappella di Serforan, 824 metri, si traversa a Traversi 800 metri, Tagliaretto 815 metri (pasticcio), Case Gaido 772 metri, sentiero 347, arrivo a Dubbione di Pinasca, ponte Annibale - totale 16 km, dislivello positivo 511 metri
il percorso con OruxMaps
il percorso con GeoResq
le foto


Gatto in attesa del topo

Il gatto in attesa del topo Un post condiviso da Valter Bruno (@bruno.valter.dante) in data: Gen 27, 2018 at 11:10 PST

Dmr radio

#dmr radio e via Un post condiviso da Valter Bruno (@bruno.valter.dante) in data: Gen 23, 2018 at 12:57 PST

Balma Boves

Immagine
Visita alla borgata museo di Balma Boves
Percorso n. 1 “Strada”: percorso di tipo turistico, su mulattiera, con percorrenza di circa 35 min.
La partenza di questo percorso ha luogo dal piazzale del cimitero della frazione Rocchetta di Sanfront.
Dal bivio per la frazione Rocchetta scendere lungo la strada, attraversando il ponte sul fiume Po, ed ignorando le successive indicazioni a destra per Balma Boves (indicazioni di accesso per il percorso n.2 “bosco”), risalire lungo la strada per circa 500 m fino a scorgere sulla sinistra il piazzale del cimitero, dove occorre parcheggiare l’auto.
A piedi si continua a salire lungo la strada asfaltata per circa 200 m, fino ad un bivio sulla destra con indicazione “Balma Boves” (a sinistra si entra nella frazione Rocchetta); si continua su asfalto seguendo sempre le indicazioni per la borgata per circa 1 Km, e si devia poi a destra prendendo la mulattiera, chiusa al traffico veicolare, che con bel percorso quasi pianeggiante sotto il bosco di cas…

script, mese, anno, post

Laboratorio di fotografia digitale, gioco, concorso

Gioco del Laboratorio di Fotografia Digitale dell'UniTre di Perosa Argentina e valli, dal mese di maggio 2017
le foto che ho presentato
l'ideail regolamentoil blog del Laboratoriola pagina su Facebook del Laboratorio

script, tag | etichette, post

script | selezione post indexOf('r')

script | elenco post, con data

Indiritti di Prali, Colletta Sellar

Immagine
Un bel giro da Indiritti di Prali sino a Colletta Sellar, con una giornata bella, fresca e neve stupenda
Le foto - la mia traccia - la traccia di GeoResq



Ceramica, i lavori di Carlo

Immagine
i lavori in ceramica di Carlo, Antonella e Lorena, le foto


Pracatinat, Champfournier, Grand Puj, Larà e Saret

Immagine
Con gli amici del CST e noi accompagnatori del CAI Val Germanasca un bel percorso con un sentiero in parte recuperato e poco frequentato, dal parcheggio di Pracatinat verso Champfournier, Grand Puj, Larà e Saret con rientro sulla strada di Pracatinat.
Una bella giornata di sole, compagnia simpatica, di cui ne è valsa la pena.
Le foto - la traccia (la traccia è quella di Edgardo perchè il mio GPS nella prima parte del percorso non era ancora sveglio e non l'ha registrata)






Fondufaux, La Latta, Tucce e rientro

Immagine
Bello il percorso da Fondufaux, La Latta, Tucce e rientro, con una bella giornata calda anche se in compagnia di un vento fresco e persistente, come da previsioni.
Il terreno nonostante la pioggia di novembre è ancora molto asciutto e i rischi per possibili incendi continuano ad esserci.
Le foto - la mia traccia




Elicottero Erickson Sikorsky S-64

Immagine
Nell'incendio verificatosi nel mese di ottobre u.s. nella nostra zona ha operato anche l'elicottero Erickson Sikorsky S-64 un biturbina da lavoro con 6 pale, capace di caricare in 45 secondi da 9000 a 10000 litri di acqua dolce o salata e con un'autonomia di 2,15 ore in volo.

I quattro S-64 (dell'ex Corpo Forestale dello Stato) sono famosi per i nomi utilizzati, come "Geronimo", "Nuvola Rossa", "Orso Bruno" e "Toro Seduto". Da noi ha operato Orso Bruno.
Le frequenze operative T.B.T

Nella nostra zona (Val Chisone) il pescaggio dell'acqua avveniva presso il bacino di Inverso Pinasca. Ecco alcune belle foto di Davide Santiano e un suo video dell'attività dell'Erickson e altre foto prelevate dalla rete.






- -

Pequerel, un giro sopra

Immagine
Con un vento della malora e bello fresco un bel giro sopra Pequerel.
Talmente è secco, sembra di camminare sui gusci delle uova e il terreno fa paura.
Le foto - la mia traccia - la traccia di GeoResq


Tredici laghi, una giornata calda

Immagine
Ieri al rifugio Capanna Margherita (nel gruppo del Monte Rosa, il rifugio più alto d’Europa, 4.560 metri) il termometro è tornato sopra lo zero, segnando una massima di 1.5 gradi.
Un segno molto preoccupante in questo autunno molto caldo. Negli ultimi giorni in vetta al Rosa si è passati dai -3.9 gradi di massima di giovedì 12.10, ai -0.5 gradi di venerdì 13.10, fino ai +1,5 gradi nella giornata di sabato 14.10.
Ecco perchè salendo nel vallone dei 13 laghi (sopra Prali) a 2.400 metri (circa) abbiamo trovato una giornata calda, da stare in camicia e pantaloni corti.
Ho utilizzato la nuova macchina foto e devo ancora capire bene come si comporta.
Le foto - la traccia di GeoResq