Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2013

ISS velocità di trasferimento ed effetto doppler

Immagine
Propongo il filmato di Simone Ippolito e Federico Lavarino del transito sul Sole della I.S.S. (Stazione Spaziale Internazionale) ripreso nel pomeriggio del 26 agosto 2013 dalla località Capuccini (VC) alle 14:18:55.
La I.S.S. viaggia ad una velocità media di 7,706 Km/s quindi a 27.743,8 Km/h, cioè 22,33 Mach (1 Mach = 1.242 Km/h) pertanto a ventidue volte la velocità del suono.

Il filmato è molto bello e rende chiare le difficoltà di comunicazione della I.S.S. a causa della sua velocità di spostamento molto elevata.
Da qui deriva l'effetto doppler, causato appunto quando le onde sonore sono generate da una sorgente in movimento e il ricevitore è fermo. Questo documento lo spiega bene.

Quando la I.S.S. viene verso di noi le onde sonore prodotte risultano compresse nella nostra direzione (in quanto la frequenza - il numero di onde che riceviamo ogni secondo - aumenta) mentre quando ci ha superati e si allontana le onde sonore arrivano stirate (in quanto la loro frequenza diminuisce …

Bergerie del Ciardonnet, Lago del Ciardonnet, Rifugio Selleries, 18 agosto 2013, anello

Immagine
Anello Bergerie del Ciardonnet, Lago del Ciardonnet, Rifugio Selleries.
Dalla strada in terra battuta che da Prà Catinat (Val Chisone, TO) va verso il Rifugio Selleries, a Saret del Campo prima delle Bergerie del Jouglard (2.031 m.) si devia a sinistra sul sentiero336 che salendo si porta alle Bergerie del Ciardonnet (2.365 m.) e successivamente salendo ancora al Lago del Ciardonnet (2.558 m.) per un dislivello di 500 m.
Per la discesa verso il Rifugio Selleries si percorre il sentiero337 che dalle Bergerie del Ciardonnet scende di buona andatura sul pianoro sottostante.
Giornata bella anche se con un pò di nebbia, ma questa è la stagione, a causa dell'instabilità atmosferica in atto e della condensa del caldo umido che sale dalla pianura; poi la zona del Selleries, con tutto il gruppo Robinè, Rocciavrè, Cristalliera, Orsiera è famosa per questo.
Abbiamo trovato le pecore e uno dei cani di Fulvio (un bel pastore Maremmano) il cane sono riuscito a fotografarlo, perchè è lui che è v…

Colle Barant, 13 agosto 2013

Immagine
Con il gruppo "pensionati INPS e dintorni" salita al colle Barant (2.373 m.) dal Rifugio Barbara (1.753 m.)
Dal parcheggio del rifugio Barbara (a destra) si prosegue sulla vecchia strada militare, sentiero 117, chiusa alle auto, un'opera di ammirabile ingegneria che conduce nel cuore dell’Oasi di protezione faunistica destinata alla riproduzione e alla tutela degli ungulati. Dal Pian delle Marmotte si può seguire il vecchio sentiero che taglia i tornanti, raggiungendo in breve il Colle Barant (2.373 m) e il rifugio omonimo. Poco al di sotto del Colle Barant, sul versante che si affaccia sulla Conca del Prà, si trova il Giardino Botanico “Bruno Peyronel” (2.290 m), creato allo scopo di proteggere e valorizzare la ricchezza floristica degli ambienti presenti; il giardino è collocato su una superficie di circa 17000 mq. con una conformazione del terreno in grado di offrire il sito ideale per molte e diverse specie presenti nelle Alpi Cozie; è veramente interessante da veder…

Pra 'd Mill, 11 agosto 2013

Immagine
Oggi sono capitato in un posto che non sapevo neanche esistesse, a Pra 'd Mill in un monastero dell'ordine Cistercense, sopra Bagnolo Piemonte; poi abbiamo fatto un breve camminata di tutto riposo per circa 400 m. di dislivello sopra il monastero, sino a Meire Ruschere e oltre alle Cave Pra Vallino.
Essendo monaci organizzati e per chi vuole maggiori informazioni le potete trovare nel loro sito internet, oppure nel blog e in Facebook; quindi pienamente connessi con il mondo esterno, più di così non si può; gli manca solo un'account Twitter; sarà per la loro origine in Costa Azzurra, nell'Abbazia di S. Onorato, costruita di fronte a Cannes, su una delle isole di Lérins, ma certamente conoscono la moderna comunicazione internet.
Il monastero (chiamato Dominus Tecum) sorge nella conca di Pra 'd Mill in mezzo ai prati sul lato meridionale del pendio montagnoso nella valle dell’Infernotto, in quanto prende il nome dal torrente che vi scorre; nella prima costruzione rest…

Colle Giulian, 4 agosto 2013

Immagine
Da Prali, Malzat con la seggiovia Nuova 13 Laghi saliamo fino alla Capannina e poi con il secondo troncone al Bric Rond (2.540 m); da li con il sentiero 205 sino alla conca dei 13 Laghi e proseguendo con il vecchio sentiero militare 204 + 228 al Colle Giulian (2.451 m.); a questo punto il sentiero prosegue per il Passo di Brard (2.450 m.), il Colle della Gran Guglia e il Rifugio Lago Verde; ma noi scendiamo con il sentiero 207 sino alle Miande Selle; oltre Selle il sentiero si interseca prima con la deviazione a sinistra per il Vallone delle Miniere, Passo Viafiorcia e Passo di Brard e dopo a destra per la direzione del Vallone dei 13 Laghi; noi proseguiamo sino all'arrivo nuovamente a Malzat (1.470 m) per un dislivello di - 981 m.

Alle Miande Selle un buon caffè da Giovanna, di cui ho fotografato (vedi ultime foto) come dice Elena, i suoi gatti magri.
La giornata è stata bellissima e la temperatura in quota ideale; il percorso del sentiero militare è ancora accettabile, unica cos…